La banca centrale russa ha rilasciato una nuova dichiarazione sui rischi di criptocurrencies e offerte iniziali di monete (ICO).

Secondo un comunicato pubblicato ieri, la Banca di Russia sembra rispondere al crescente profilo dei media di entrambi gli ICO - attraverso i quali i gettoni crittografici a blocchi sono venduti in un crowdsale - così come i crittografi stessi all'interno della Russia . Anzi, anche un aiutante del presidente russo Vladimir Putin ha detto che si sta muovendo per tenere un suo ICO .
L'affermazione rileva i "rischi elevati" di scambio di criptocurrencies, nonché la partecipazione alle ICO (descritta come "una forma di attrazione degli investimenti dei cittadini").
La banca centrale ha continuato a dire che, a questo stadio, non sarà in grado di esplorare qualsiasi scambio criptato in nessun scambio ufficiale, né approverà l'uso della tecnologia per scopi infrastrutturali. Allo stesso tempo, la Russia non serve come regolatore finanziario in Russia; tale ruolo va alla Duma di Stato e al Ministero delle Finanze.
La Banca di Russia ha dichiarato (in una dichiarazione tradotta):
"Considerata l'elevato rischio di circolazione e di utilizzo di cripto-valuta, la Banca di Russia lo considera prematuro per ammettere le celle criptate, nonché gli strumenti finanziari designati o associati a cripte valute, alla circolazione e all'utilizzo presso mestieri organizzati e infrastrutture di compensazione e di regolamento sul territorio della Federazione russa per la gestione di transazioni con criptati e strumenti finanziari derivati ​​su di essi ".
Le affermazioni si avvicinano alla mossa della Cina per vietare ICO e controllare più strettamente l'ecosistema degli scambi che offrono l'accesso a queste vendite di token. Come ha riferito CoinDesk, ICOINFO, con sede in Cina, ha congelato la propria piattaforma la settimana scorsa davanti alle notizie e sta per iniziare a restituire denaro agli utenti questo fine settimana.
Questa mattina, i principali regolatori di titoli di Hong Kong hanno emesso un avviso sui propri ICO, osservando che alcuni gettoni possono costituire dichiarazioni di eco - rilasciate da funzionari di Singapore , Canada e Stati Uniti nelle ultime settimane.

Commenti

Post popolari in questo blog

Le 5 criptovalute su cui vale la pena investire

L’Estonia pensa alla cripto-moneta «Estcoins» per gli e-residenti